la Panaria Film

La Panària Film nasce nel 1946 dall’iniziativa di Francesco Alliata e può considerarsi la casa di produzione cinematografica in assoluto più importante della Sicilia.  Nello stesso anno Francesco Alliata effettuò le prime riprese subacquee in mare aperto con una cinepresa professionale 35mm. L’invenzione di queste tecniche pionieristiche diede grande impulso al documentario italiano. Infatti, con la Panària Film Francesco Alliata, che era stato cineoperatore per l’esercito durante la Seconda Guerra Mondiale, documentando momenti storici come il bombardamento del Duomo di Messina, produsse e realizzò circa una trentina di documentari e anche sette film a soggetto. Tra questi, nel 1952, quello che molti considerano uno dei capolavori della cinematografia mondiale, La Carrozza d’Oro di Jean Renoir, considerato da Truffault il capolavoro della cinematografia mondiale, protagoniste una sbalorditiva Anna Magnani e una sontuosa carrozza, quella dei principi di Butera, oggi esposta al Palazzo Reale di Palermo.

Per il suo contributo alla storia del cinema Francesco Alliata è stato omaggiato al Tribeca Film Festival 2004 da Robert De Niro e Martin Scorsese; il suo ruolo di pioniere della cinematografia è raccontato da cinque libri, sei tesi di laurea, centinaia di articoli, tre documentari, presentati all’ultimo Prix Italia di Catania e un video dell’artista Desideria  Burgio presentato alla Biennale di Venezia. Sulle immagini dei documentari della Panaria Film il compositore Massimo Cavallaro ha costruito un concerto multimediale per sax, clarinetto, batteria e percussioni che, da TaoArte, ha raggiunto le sale concertistiche di tutta Europa.

Il libro di memorie di Francesco Alliata “Il Mediterraneo era il mio regno” (Neri Pozza) è uscito con grande successo di critica e di pubblico a pochi giorni dalla sua scomparsa, avvenuta il 1 luglio 2015

L’ASSOCIAZIONE

00_Pannelli_638-365_resize

Translate »